News Flash:

Politistii au pazit proprietatea! Un italian a venit la Iasi si a batut in poarta femeii care i-a darut doi copii. Totul a fost INREGISTRAT si este incredibil!

8 Decembrie 2017
6876 Vizualizari | 18 Comentarii
Elena Capitanita

• O mama din Iasi, care a pierdut in instanta custodia celor doi copii pe care ii are impreuna cu un italian, a primit cel mai frumos cadou • Desi judecatorii din Romania au decis ca italianul poate sa-i ia pe micuti de langa mama, copiii nu au acceptat, iar executorul judecatoresc a trebuit sa plece cu "misiunea" neincheiata

Elena Capitanita este o mama din Iasi care de o lunga perioada de timp lupta pentru a-si tine baietii aproape. Povestea Elenei incepe frumos. In urma cu zece ani a mers in Italia pentru o viata mai buna, a gasit un barbat care o iubea si cu care isi dorea o relatie.

Timpul a trecut, iar de ceva vreme traieste un adevarat cosmar. Drama acestei mame, care si-a pierdut in instanta copiii in favoarea tatalui lor italian, este departe de a se termina. Femeia a protestat alaturi de cateva zeci de persoane in fata Prefecturii din Iasi, sperand din tot sufletul ca autoritatile romane sa se implice.

Citeste si : A ajuns la capatul puterilor! In fiecare zi isi strange copiii in brate crezand ca va fi ultima data cand face asta. Cat mai poate rezista aceasta mama?

Viitorul copiilor ei a fost in mana romanilor, dar, pana acum, nu s-a vazut o implicare corecta din partea celor competenti. Dupa zile la rand de chin, femeia a reusit sa plece cu micutii din Italia si a crezut ca odata ajunsa in tara noastra va fi protejata, dar nu a fost asa.

Desi Elena Capitanita a declarat de nenumarate ori ca a trait un cosmar alaturi de italian, autoritatile romane se pare ca si-au bagat dopuri in urechi. In editiile trecute, reporterii Buna Ziua Iasi v-au relatat pe larg drama femeii.

Citeste si : Incredibil! In timp ce iubita lui nastea, el isi saruta cu foc amanta pe holul spitalui! Din acel moment, viata acestei tinere din Iasi s-a schimbat radical - GALERIE FOTO

Copiii nu au vrut sa plece

Elena a spus ca s-a trezit cu plangeri penale facute impotriva ei pe motive inchipuite. Ieri, atat Elena, cat si cei doi copii ai sai au trecut prin clipe groaznice. La poarta acestei mame s-au prezentat mai multi politisti impreuna cu un executor judecatoresc. Cu ei a venit si tatal copiilor cu un gand clar: sa-i ia pe cei doi baieti de langa mama si sa-i duca in Italia.

Instanta a stabilit ca italianul ii poate lua pe copii. El a castigat dreptul de custodie, iar ieri executorul judecatoresc a mers la locuinta Elenei sa aplice legea. Nu a reusit nimeni sa-i determine pe cei doi copii sa plece de langa mama.

"Nu au reusit sa-mi ia copii. Nu au vrut nici in ruptul capului sa plece cu tatal lor. Francesco Menniti a venit cu partenera lui si mi-a spus sa ma intorc in Italia cu baietii. Copiii nu au vrut sa plece de langa mine", a declarat Elena Capitanita.

Citeste si : Lupta cu morile de vant! Prin cate trebuie sa treaca o mama pentru a-si tine copiii in brate? Cosmarul acestei iesence este departe de a se termina

Pentru moment, Elena a reusit sa-si tina copiii aproape. Cel mai probabil italianul se va intoarce din nou la Iasi si va incerca sa-i ia din nou pe cei doi minori. Elena a fost acuzata de rapire internationala. Mai mult decat atat, ea trebuie sa plateasca in fiecare luna cheltuielile de judecata si nu primeste pensie alimentara. Cu toate acestea, reuseste sa aiba grija de cei mici si face tot ce poate pentru ca lor sa nu le lipseasca nimic.

Daca ti-a placut articolul, te asteptam si pe pagina de Facebook. Avem si Instagram.

elena capitanita mama instanta italian cosmar plangeri penale
Distribuie:  

Realitatea.net

Din aceeasi categorie

Comentarii (18)

Notna gospodina  | #631676
O animala din Hârlau care a depasit toate limitele la capitolele curvie, actorie, prefacatorie si parsivitate. Nici macar nu a fost casatorita cu italianul, stia ca omul avea deja sotie si copii cand l-a cunoscut, dar a vrut sa-i sparga casnicia si i-a facut doi copii in curvie ca sa il prinda la mana pe italian si sa se imbogateasca - tipic animalelor spurcate si parsive. Acum si-a pus esarfa la gat si se da victima si onesta pe la toate televiziunile. Uite asa traiesc curvele, isi pun esarfa la gat, fuste minijup / blugi mulati si umbla neincetat cu actorie, prefacatorie si parsivitate in cautarea pradei.
Capra cu doi iezi.  |  #631681
Anul si cîrlanul. Chiar merita mediatizata treaba de ieri (de povestea cucoanei nu mai are rost sa pierdem timpul) ca sa vada oricine neputinta organului de a aplica legea. Acesti oameni sunt platiti din buget pentru a aplica legea. Sa te duci tu, politist, in deplina legalitate, cu sentinta in mana, in mijlocul zilei, si sa nu o poti pune in aplicare din cauza a doi mucosi...apai asta e nivelul Politiei in realitate. Ala care a scos sabia trebuia impuscat pe loc in legitima aparare. Copiii trebuia luati PENTRU CA ASA A SPUS LEGEA. Ce face politia ? Amendeaza florarese ? Bravo.
alexandra gabriela mandru  | #631685
o fi neam cu alexandra gabriela mandru ca aia asa a facut si ea si prietene ei.curve penale ce au spart casele oamenilor.dar pe faceboc sunt dive
Omenia  | #631695
Uite aici se ajunge daca tatal nu se implica. O alta frustrata ce cauta sa isi faca reclama la ziar si sa manipuleze prin interpediul presei. Nici copiii aia nu vor sa mearga, e clar. Cu forta nu i poti lua ! Dar si golanca asta trebuie sa plateasca pt ca si a batut joc de micuti. Cine ii mai trateaza pe aia mici ? Cine mai restabileste legatura tata copil? DGASPC ? Spagarii aia care dau si ei spaga la randul lor catre politie, procurori si judecatori? Ei care pun copilele sa se prostitueze si apoisa isi paraseasca pruncii in spital ca sa ia alt bbani de la stat? Sau pun copiii sa se bata pana se ologesc si apoi ii trimit la cersit ? Ce dreptate e asta? O gloata de boi ce urla degeaba in strada in loc sa ne aparam adevaratele valori ! Astia trebuie impuscati !
costica  | #631706
Colaboratori online acasa. Selectam urgent colaboratori online acasa. Lucru pe calculator. Castiguri foarte motivante. Contract. Suport pas cu pas. Totul este legal. Solicitati acum detalii la adresa noastra de email pacurarucostica1963@***** com
mama  | #631715
Vrea să trăiască din banii italianului și alocația copiilor. Tatăl a câștigat, să se respecte legea și să-și ia copii unde vor avea viitor. Aici copii doar o întrețin pe mama care nu vrea să muncească. Găsește ea alt bărbat pe care să-l stoarcă de bani și să nu profite de copii.
Mihaela  | #631724
Voi va auziti ce vorbiti?Oare voi aveti copii, aveti inima, suflet , mai sunteti voi romani?
Francesco Menniti  | #631941
Sono il padre dei bambini, FRANCESCO MENNITI, e tutta la verità è stata detta e dimostrata in tribunale, per questo ho vinto il rientro e l’affido dei bambini, che ora vivono nascosti come clandestini. Tutte le accuse nei miei confronti sono state smentite in tribunale. I bambini meritano un futuro migliore, non di vivere illegalmente in un paese, nascosto, dove non frequentano nemmeno la scuola.
Francesco Menniti  |  #631943
Capitanita stava programmando la fuga da tempo alle mie spalle: ho scoperto in seguito che aveva inviato molti dei suoi averi e quelli dei bambini in Romania nei mesi precedenti, a mia insaputa, ha fotocopiato i miei documenti e le mie buste paga di nascosto, quando io ero al lavoro per portarsele con se e chiedere poi il mantenimento qui in Romania.
Francesco Menniti  |  #631944
Nel 2015, quando è partita con i bambini, vivevamo insieme (parlava addirittura di volere un altro figlio) e ha espresso il desiderio di andare 10 giorni in vacanza dai suoi genitori. Ho comprato i biglietti di andata e ritorno e quella che lei chiama procura, non è altro che la carta d’identità dei bambini che le avrebbe permesso di viaggiare con loro, si tratta quindi di un normale documento d’identità italiano, perché i bambini sono italiani.
Francesco Menniti  |  #631945
Appena arrivata in Romania, poiché aveva già programmato tutto da tempo, mi ha denunciato il giorno 16 Settembre 2015, per chiedere di essere protetta e per chiedere di essere messa al sicuro. Cose che ho scoperto in seguito. In data 20 Settembre 2015, 3 giorni prima del suo aspettato ritorno, ha spento il telefono e fatto perdere le sue tracce. Solo a fine Settembre, quando mi ha ricontattato per informarmi che non sarebbe più tornata, l’ho denunciata per sottrazione
Francesco Menniti  |  #631948
I giudici di Bucarest, Iasi e Hirlau hanno deciso che i bambini devono rientrare in Italia, perché sono stati sottratti illegalmente.
Sono riuscito a rivedere i miei figli dopo vari mesi gli incontri avvenivano nella sua casa di Scobinti e I bambini erano sempre felicissimi di vedermi . Sono stato vittima di violenze in presenza dei bambini che, comunque, non avevano problemi a stare con me. Ho visto i bambini fino a Ottobre 2016, a Bucarest, presso lo studio dello psicologo che era stato nominato dal tribunale per stendere un rapporto psicologico: i bambini erano felici con me, non avevano alcun timore e tutto questo è scritto nel rapporto, lei utilizza alienazione parentale e violenza fisica per allontanarli da me. Li devo sentire al telefono 3 volte a settimana, lei non ha mai permesso un contatto con i bambini, non rispondeva mai al telefono ed ha bloccato il mio numero.
In loro presenza, gli diceva che ero lì per rapirli e che portavo cibo avvelenato.
Francesco Menniti  |  #631949
da quando è uscita la sentenza di Bucarest che prevede il rientro dei bambini in Italia, lei li abbia nascosti impedendomi di vederli da più di un anno, nascondendoli, privandoli della libertà e facendoli vivere come clandestini, isolati dal mondo. In questi mesi ha utilizzato i media per attirare l’attenzione su di se, con bugie e calunnie nei miei confronti mentre io ho sempre cercato di tutelare sempre e solo i bambini.
Francesco Menniti  |  #631950
Ogni mese mi sono recato presso il loro domicilio con ufficiale giudiziario (ho i verbali che lo testimoniano) e ho ripreso i miei tentativi di vedere i bambini, ma i bambini non c’erano. Hanno minacciato l’ufficiale giudiziario di essere corrotto ma nonostante questo, ho continuato la mia battaglia per riprendere i miei figli.
Nel frattempo, ho vinto l’affido in Italia perché è stato riconosciuto il rapimento e perché, dal rapporto psicologico è risultato che deve essere allontanata dai bambini e può vederli solo in presenza di uno psicologo e su richiesta al giudice.
Francesco Menniti  |  #631951
Dopo più di un anno, ho trovato i miei figli in condizioni pietose, non sono curati: l’ultimo video che ho con mio figlio Gabriel, giocava felice ed era sorridente con me mentre il 7 dicembre l’ho ritrovato impaurito e timoroso di me perché la madre lo sta abusando mentalmente manipolandolo, mettendogli in testa falsità e facendo in modo che ora abbia paura. Questo fatto è uscito anche nel rapporto psicologico di Bucarest. Non frequenta la scuola, lo tiene segregato, mentre in Italia è già stato ammesso alla scuola elementare che doveva iniziare a settembre.
Francesco Menniti  |  #631952
Non chiama nemmeno il piccolo con il suo vero nome, Francesco, ma Marius e durante l’esecuzione, quando lo psicologo lo chiamava, non si girava nemmeno. Un fatto gravissimo è che ha quasi 4 anni e non parla, non dice una sola parola e lei non ha mai fatto nulla per questo. Francesco è venuto da me, ha giocato con me, non aveva paura e avrei potuto prenderlo e portarlo con me ma ritengo che non sia giusto dividere due fratelli e voglio entrambi i miei figli.
Francesco Menniti  |  #631953
Mi ha diffamato e utilizza i bambini come uno strumento. Non ho mai voluto l’attenzione mediatica perché ciò che interessa a me sono i miei figli, ma dopo aver letto ciò che ha affermato dopo l’esecuzione ho deciso che tutta la Romania sappia perché i giudici hanno sempre e solo dato ragione a me. Tutto ciò che ho affermato è documentabile con le sentenze, gli atti depositati e i filmati fatti in 2 anni. Capitanita non ha nulla a suo favore, solo bugie e calunnie.
Francesco Menniti  |  #631954
Ha avuto un anno per fare il lavaggio del cervello ai miei figli, perché sono piccoli, negandomi qualsiasi contatto con loro.
Ho sentenze, documenti, video, chiamate che dimostrano che io sto facendo di tutto per cercare di portarli a casa ma lei non me lo permette. Ha deciso di presentarsi all’esecuzione solo per evitare il procedimento penale. Pensa solo ai soldi
Adauga comentariu
Site-ul bzi.ro nu raspunde pentru opiniile postate in rubrica de comentarii, responsabilitatea formularii acestora revine integral autorului comentariului.

Mica publicitate

© 2017 - BZI.ro - Toate drepturile rezervate
Page time :0.1658 (s) | 21 queries | Mysql time :0.015107 (s)